Il sonno e la depurazione

Equilibrio Corpo e Mente

Il sonno e la depurazione

Per il nostro corpo il sonno non è soltanto una fase ristoratrice dopo la giornata, ma , è anche un’importante momento di disintossicazione. Durante le varie fasi del sonno , infatti, diverse parti del nostro corpo e alcune attività corporee ne traggono beneficio.
Scopriamo insieme quali sono.

La Pelle

Durante le fasi più profonde del sonno, la pelle tende a rigenerarsi. Durante il giorno, infatti, il nostro corpo rilascia ai tessuti epidermici un livello di proteine ed enzimi minore rispetto alla fase notturna, perché servono al corpo per produrre energia. Di contro, durante la notte, tutte le attività metaboliche rallentano e il corpo ripartisce maggiori proteine alle cellule, che riescono così a rigenerarsi. Ecco perché molte case di bellezza creano prodotti specifici per le fasi del sonno, momento in cui la pelle è più ricettiva alle sostanze assunte.

I Muscoli

Anche se durante le fasi del sonno il corpo può sobbalzare e una persona può cambiare posizione di riposo fino a 35 volte per notte, i muscoli del corpo quando dormiamo si rilassano. In questo modo, i tessuti muscolari hanno modo di rigenerarsi e ricostruire le micro-lesioni provocate dai movimenti diurni.

L’Apparato Digerente

Durante le ore diurne il corpo ha bisogno di energia e la principale fonte per produrla è il glucosio, che viene costantemente bruciato e utilizzato per regolare la contrazione muscolare, gli impulsi nervosi e la temperatura corporea.

Di notte, ogni attività corporea e metabolica viene rallentata, dunque il corpo non necessita delle stesse quantità di glucosio. Mangiare a tarda notte o prima di andare a dormire, infatti può essere dannoso per l’organismo: tutto ciò che mangiamo non verrà trasformato in energia, ma assimilato completamente.

Il Sistema Immunitario

Molti studi hanno dimostrato che un sonno ristoratore è utile al corpo perché aumenta la produzione di proteine utili a combattere infezioni e malattie, che durante le fasi di veglia vengono invece fornite in quantità ridotte. Dormire poco, inoltre, riduce i livelli di globuli bianchi, utili al sistema immunitario per difendere il corpo. Ecco perché chi dorme meno di sei ore a notte è più soggetto a contrarre le comuni influenze stagionali.

Quando dormiamo, dunque, non solo stiamo dormendo, ma ci stiamo prendendo cura di noi stessi!
E’ quindi importante avere un ritmo sonno – veglia regolare e dormire almeno 7/8 ore a notte.

 

Nessun commento

Aggiungi il tuo commento